auto


L’impiegato e il Dirigente 3

Dirigente o impiegato?

Un tipo sta guidando la macchina, quando a un certo punto capisce di essersi perso.
Avvista un uomo che passa per la strada, accosta al marciapiede e gli grida:
– Mi scusi, mi potrebbe aiutare? Ho promesso a un amico di incontrarlo alle due, sono in ritardo di mezz’ora e non so dove mi trovo…
– Certo che posso aiutarla. Lei si trova in un’automobile, a 44° e 45> ‘> di latitudine Nord e a 11° e 15> ‘> di longitudine Est, sono le ore 12:35 e 35 secondi e oggi è venerdì e ci sono 14,5 gradi centigradi di temperatura…
– Lei è un impiegato? – chiede quello dentro l’automobile.
– Certamente. Come fa a saperlo?
– Perché tutto ciò che mi ha detto è ‘tecnicamente’ corretto, ma praticamente inutile. Infatti, non so che fare con l’informazione che mi ha dato e mi ritrovo ancora qui perso per strada!
– Lei allora deve essere un dirigente, vero? – risponde stizzito l’impiegato.
– Infatti, lo sono. Ma… da cosa lo ha capito?
– Abbastanza facile: lei non sa né dove si trova, né come ci è arrivato, né dove andare, ha fatto una promessa che non sa come mantenere ed ora spera che un altro le risolva il problema. Di fatto, è esattamente nella stessa situazione in cui si trovava prima che ci incontrassimo… ma adesso, per qualche strano motivo… risulta che la colpa è mia!

io mi identifico in entrambi 🙂


Persa la testa 4

Pronto SoccorsoIl nonno ultraottantenne di un mio amico è stato investito da un’auto e portato subito al pronto soccorso e ricoverato, per fortuna niente di rotto, solo qualche ammaccatura. Fino a prima dell’incidente era una persona che nonostante l’età faceva di tutto e anche mentalmente ancora molto lucido, nessuno gli avrebbe dato l’età che in realtà ha.
Comunque arriva la chiamata dal pronto soccorso che è stato investito ai famigliari che si precipitano e lo trovano praticamente fuori di testa, farvugliava cose senza senso e aveva perso memoria, non riconosceva nessuno e non sapeva chi fosse e poi partiva con frasi senza senso.
Quindi i dottori hanno cominciato a fargli tutti gli esami possibili per capire se aveva traumi, ictus e chissà cos’altro. Ovviamente i famigliari erano preoccupatissimi… fino a quando… il papà del mio amico cioè il figlio è rimasto in stanza solo con lui e improvvisamente è diventato lucido e gli ha detto di andare a casa e controllare se aveva spento una luce o qualcosa del genere!
Allora il figlio gli dice “sei tornato in te!”
Il padre “Lo sono sempre stato, ma quando mai mi capita ancora di potermi fare un checkup completo a gratis?”

E chi gli dà torto?