Sistemazioni variabili 8


Sistemazioni Variabili

Non so voi ma io quando sono a casa non trovo mai niente, non capisco come mai ogni x giorni dove x sta a un numero casuale, le cose cambiano posizione.
Ad esempio la scatola dei biscotti è 10 anni che la trovo in quella precisa anta delle cucina; ebbene da ieri non c’è più, cerco e ricerco ma proprio non c’è. Quindi chiedo a mia moglie che mi dice la solita frase “ma possibile che non trovi mai niente?”, e mi indica l’anta inferiore e sostiene che quella era la posizione migliore.
Cosi mi e’ successo per le scarpe, per il latte, per le chiavi, per il cellulare. Ultimamente ho trovato anche una vetrinetta spostata, ero convinto che fosse da un’altra parte ma ho avuto paura a chiedere spiegazioni. Come lavoro faccio il sistemista quindi anche questa parola la dice lunga sulla mia capacità di “sistemare” le cose, ma invece niente, ogni giorno devo combattere con l’assetto variabile delle cose.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 commenti su “Sistemazioni variabili

  • JP

    Sono anni che “lotto” con mia mamma circa la posizione/ordinamento delle cose. Ho perso, ovviamente. 😛

    Io ho una visione di “ordine funzionale” ossia le cose sono organizzate secondo una certa logica in modo da ritrovarle facilmente e in tempi ridottissimi (adotto una specie di hash spaziale :P).

    Mia mamma predilige invece l'”ordine/ordinamento estetico” ossia le cose devo apparire in un ordine piacevole alla vista anche se poi per trovarle ci si mette una vita e mezzo. Per intenderci: i libri vanno _accatastati_ per dimenzione e colore della copertina non per contenuto/titolo/argomento/…. In compenso ho un bell’arcobaleno in libreria… 😛

    Risposta celebre di mia mamma quando le chiedo dove ha messo una cosa: “al suo posto”. Tradotto: “non lo so, ma di certo è solo colpa tua!” 😛

    Ciau.

  • kekkasino

    anch’ io non trovo mai le cose, non perchè gli si cambia posto ma solo perchè sono una disordinata cronica!
    è carino questo continuo cambiamento, la prossima volta non chiedere a tua moglie dove siano i biscotti ma , proponile di giocare ad acqua e fuoco! 😀

  • nag L'autore dell'articolo

    JP: hai ragione anche te hai raccontato una verita’ assoluta!!! 🙂
    Occhidigiada: a che fare ne ho tutto il giorno, capirle mi ci vorrebbero 10 vite
    kekkasino: sembra facile ma mi rifaccio al JP, e’ gia’ guerra perche’ la colpa non e’ mai loro e siamo noi che non capiamo il perche’ delle cose

  • (lady).Chobin

    sono donna ma il mio metodo di ordinamento preferito è qello casuale.
    Se lascio una cosa dove l’ho usata l’ultima vota, per esempio, non ci metto molto a ritrovarla 😀

    Per il resto… mi affido al caso quando la sistemo e alla funzione random quand devo ritrovarla…

    scusate vado a cercare una felpa…l’ultima volta…

  • Roberto

    sistemista tu?
    è meglio che sistemi l’armadio del tuo ufficio che dentro c’è un casino che neanche tua moglie troverebbe le tue cose
    ciao

  • chit

    Quello del marito è uno sporco lavoro ma qualcuno lo deve pur fare! 😀 😉

    Io invece sono analista-programmatore ed il mio caos è “sistematico” quindi mi ci ritrovo bene, solo io però!