Archivi mensili: maggio 2016


Branford Marsalis – Zellerbach Theater, Berkeley, CA (01/16/93)

 

marsalis.collins
  • Label: Bootleg
  • Genre: Jazz
  • Released: 1993

Live recording dated 01/16/93
Place: Zellerbach Theater, Berkeley, CA

 

Tracks CD1:

  1. Intro
  2. Mr Steepee
  3. Skit-Dat-De-Dat (Armstrong)
  4. Stretto from the Ghetto
  5. Intro for Albert Collins
  6. Frosty (with Albert Collins)
  7. Lights Are On But Nobody’s Home (with Albert Collins)
  8. Black Cat Bone (with Albert Collins)
  9. Brother Trying To Catch A Cab (On The East Side) Blues

 

Tracks CD2:

  1. Down Home Blues  (with Linda Hopkins)
  2. Meet Me with Your Black Drawers On (with Albert Collins and Linda Hopkins)
  3. Whatever You Do, It’s Up To You ? (with Albert Collins and Linda Hopkins)

 

Artists:
Branford Marsalis – Sax
Albert Collins – vocals and guitar
Linda Hopkins – vocals
Kenny Kirkland – piano
Robert Hurst III – bass
Jeff “Tain” Watts – drumss

 


Installare definizioni virus Sanesecurity su clamav in Debian per Amavis

Malware

Molti malware e virus non vengono intercettati da amavis/clamav, per aggiungere ulteriori definizioni ci viene in aiuto uno script molto utile e ben fatto su github https://github.com/extremeshok/clamav-unofficial-sigs che ci consente di aggiungere diverse definizioni aggiuntive presenti gratuitamente su internet.

Scaricate il master.zip dal github:

 

Ora editate il file os.conf e commentate clamd_pid=”/var/run/clamd.pid” e de-commentate clamd_socket=”/var/run/clamav/clamd.ctl”, salvate e chiudete.

Editate user.conf e de-commentate la riga user_configuration_complete=”yes”, salvate e chiudete.

Ok adesso siete pronti per lanciarlo la prima  /usr/local/bin/clamav-unofficial-sigs.sh
vedrete che scaricherà diversi db di definizioni e nella /var/lib/clamav trovetere tutte le definizioni aggiuntive con i permessi corretti:

Ora lanciate questo comando per vedere se clamav li ha presi in carico:

Dovrebbe dare un output del genere:

Se è tutto ok possiamo finalizzare l’installazione aggiungendo lo script per aggiornarlo automaticamente e lo script per la rotazione dei log:

Perfetto, ora Clamav avrà più possibilità di intercettare malware nelle email.